La comodità di avere una casa “intelligente”

La vita frenetica che siamo costretti a condurre ci spinge sempre più a sperimentare nelle nostre vite il concetto di domotica. Siamo sempre più alla ricerca di strumenti o tecnologie che possano svolgere un’attività al posto nostro o quanto meno semplificarci di molto la vita.

Termosifoni o stufe che si accendono e spengono ad un orario prestabilito, luci al led che si accendono ad un suono preciso o ad un comando vocale, e così via.

Anche i robot aspirapolvere sono un classico esempio di quanto sia apprezzato uno strumento che possa alleggerire il lavoro da svolgere a casa. La pulizia del pavimento è infatti un’attività che va svolta quasi quotidianamente, vista la facilità con la quale si deposita lo sporco.

Ma quali sono alcune caratteristiche di cui dovremmo tenere conto nella scelta di un robot aspirapolvere che faccia al caso nostro?

Come scegliere il modello giusto per noi

Innanzitutto la durata delle batterie. Se abbiamo da pulire una superficie abbastanza ampia, dovremo optare per un elettrodomestico che possa funzionare per diverse ore consecutivamente. Alcuni modelli sono programmati in modo tale da ritornare al caricabatteria quando stanno per scaricarsi.

Se nella nostra casa abbiamo diversi ostacoli, come ad esempio dei tavolini, dovremo scegliere un robot che non sia eccessivamente grande o alto, in modo che possa raggiungere anche gli spazi più scomodi.

Se possediamo dei tappeti alti o ci sono dei gradini, il miglior robot aspirapolvere per noi sarà quello che non si ferma davanti a questi ostacoli. Il rischio sarebbe quello che continui a pulire sul pulito ed a trascurare altre zone della casa.

Alcuni tra i modelli più recenti offrono inoltre la possibilità di essere comandati a distanza. Questa è una gran bella comodità. Pensiamo ad esempio di dover mancare da casa per un lungo periodo, magari perché siamo stati in vacanza. Una delle ultime cose che desidereremmo fare sarebbe quella di metterci a pulire appena tornati.

Oppure immaginiamo di scoprire con poco preavviso che avremo degli ospiti a casa per cena, magari proprio nel giorno in cui ce la siamo presa comoda e non abbiamo effettuato una pulizia approfondita. Piuttosto che lasciarci prendere dal panico per paura di fare brutta figura, non dobbiamo fare altro che avviare a distanza il nostro robot, attraverso un’app che scarichiamo sul nostro Smartphone o Tablet

Bisogna comunque dire che una pulizia più approfondita necessita non può essere automatizzata del tutto, ma richiede sempre la presenza di una persona. Alcune zone, come la parte sottostante ai mobili o gli angoli, dove facilmente si deposita lo sporco e la polvere, risultano “inaccessibili” per il nostro robottino.

Possiamo pertanto concludere dicendo che rappresenta sicuramente un valido alleato per la pulizia della casa, rivelandosi uno strumento che può semplificarci la vita e permetterci di risparmiare tempo e sforzi. Non è comunque realistico pensare di poterci affidare esclusivamente ad esso per avere la casa perfettamente pulita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *