Camomilla: non solo per l’insonnia

Quando si parla di camomilla non si può fare a meno di pensare alla classica bevanda calda da sorseggiare la sera, prima di andare a dormire, per conciliare il sonno e liberare la mente e il corpo dall’ansia e dallo stress accumulati nel corso della giornata. Essi, infatti, sono solo alcuni dei principali responsabili della perdita di sonno e possono essere contrastati dalla sua azione calmante.
È ormai risaputo che una fumante tazza di camomilla rappresenta un ottimo rimedio contro l’insonnia, ma anche se capita che a essa venga attribuito unicamente questo scopo, è importante sapere che esistono anche altre proprietà curative di cui gode:

  • analgesiche
  • battericide
  • antispasmodiche
  • cicatrizzanti

La camomilla, sollievo contro i dolori mestruali

A causa del ciclo mestruale, spesso si hanno forti crampi alla pancia. In questo caso, l’olio essenziale di camomilla è particolarmente indicato per lenire i dolori, grazie all’azione analgesica e anche a quella antispasmodica.
Sono sufficienti poche gocce per ridurre gli spasmi tipici del periodo. Anche l’infuso è in grado di contrastare gli spasmi muscolari, caratteristici sia della fase premestruale sia di quella mestruale.
Le proprietà curative della camomilla agiscono nella zona intestinale e in quella dello stomaco e le migliori qualità di camomilla si possono trovare su https://www.simielecakedesign.com.

Camomilla, cura contro la congiuntivite

La camomilla è anche utile per la cura della congiuntivite, grazie alle sue proprietà curative, in particolare quella antisettica.
Questa fastidiosa infiammazione che colpisce gli occhi, li rende particolarmente gonfi e appiccicosi. Talvolta può anche essere difficile tenerli aperti.
Per combattere la congiuntivite si può realizzare un ottimo tonico, attraverso l’infuso di camomilla, precedentemente lasciato raffreddare, da tamponare con dell’ovatta, o meglio ancora con dei dischetti di cotone, e da appoggiare sugli occhi per qualche minuto.
Aggiungendo all’infuso alcune gocce di olio essenziale di camomilla blu sarà anche possibile utilizzarlo per una buona pulizia del viso.

La camomilla contro le imperfezioni della pelle

Grazie alle proprietà battericide e cicatrizzanti di questa pianta, si possono curare tutti quei problemi della pelle che spesso si presentano, come i brufoli e gli eczemi. Per fare ciò, si può utilizzare sia l’infuso che l’olio essenziale di camomilla.
Un preparato “fai da te” consiste nel riempire un contenitore di vetro, precedentemente sterilizzato, con dei fiori di camomilla secchi. Successivamente, si deve ricoprire il contenuto con dell’olio, meglio quello di jojoba o di mandorle.
Dopodiché, basta riporre al buio per 40 giorni il vasetto e, trascorso il termine, si può procedere a filtrare il contenuto con un colino. Ora il vostro preparato alla camomilla è pronto per curare gli inestetismi della pelle.

La camomilla come rimedio contro i capelli grassi

Se soffrite di capelli grassi, potete iniziare a utilizzare anche in questo caso la camomilla come rimedio.
Molto spesso, infatti, se si soffre di questo problema, si ha la cute infiammata e soggetta alla comparsa di forfora. Di conseguenza, è bene cercare di evitare l’uso di prodotti particolarmente aggressivi.
L’infuso di questa pianta è indicato per lenire le irritazioni del cuoio capelluto e per sgrassare delicatamente. Inoltre, permette di mantenere i capelli puliti più a lungo.
Un ottimo composto, da utilizzare durante lo shampoo, nel risciacquo finale, aggiungendo poche gocce di succo di limone e del bicarbonato all’infuso di camomilla, precedentemente preparato.
I vostri capelli appariranno subito più splendenti e sani. Inoltre, la cute con il tempo ritroverà il suo equilibrio e smetterà di produrre grasso in eccesso.

La camomilla combatte il mal di stomaco

La camomilla è una pianta dal grande potere antinfiammatorio ed è particolarmente indicata contro le infiammazioni localizzate, come quelle che spesso colpiscono lo stomaco.
Grazie alle sue proprietà antisettiche e rilassanti, è in grado di arrestare i fastidiosi bruciori, che generalmente compaiono dopo un pasto, a causa di problemi digestivi, o durante un periodo di grande stress.
I flavonoidi presenti nella camomilla agiscono nelle pareti dello stomaco, lenendo le irritazioni presenti.
Questa pianta può quindi essere utilizzata come un gastroprotettivo ed è particolarmente consigliato sorseggiare una tazza di questo infuso dopo i pasti, per evitare problemi di digestione.
Inoltre, per eliminare il senso di gonfiore addominale si consiglia di bere un infuso, preparato con camomilla, qualche goccia di limone e un po’ di zenzero.

Rimedio per la pelle scottata dal sole: camomilla

Purtroppo, spesso si tende a esporsi al sole in qualsiasi orario della giornata, anche nelle fasce considerate dalla scienza più a rischio e, inoltre, si dimentica di utilizzare una protezione efficace da applicare sulla pelle.
I gravi danni a lungo termine sono senza dubbio quelli più importanti da tenere a mente, ma se si vuole porre un rimedio immediato al problema superficiale, che riguarda appunto la pelle arrossata, allora si può menzionare un’altra proprietà di questa preziosa pianta, dalle infinite doti curative.
La camomilla si è rivelata infatti molto efficace nel lenire le scottature del corpo, causate da un’esposizione prolungata e priva di protezione ai raggi solari.
Per trovare sollievo a questo fastidioso problema, si consiglia di ricoprire le parti di pelle scottate con delle garze bagnate nell’infuso, fatto precedentemente raffreddare. In questo modo, il rossore e la sensazione di bruciore si attenuano velocemente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *