L’America ospita molti punti di attrazione, alcuni dei quali sono i numerosi parchi nazionali, ognuno caratterizzato da particolari del tutto unici nel loro genere. È bene, perciò, sapere quali sono i più importanti da visitare per regalarsi una vera e propria emozione.
Prima di partire, però, è necessario essere in possesso dell’ESTA, il principale dei documenti per andare negli USA, una richiesta introdotta dal 12 gennaio 2002 per un fattore di sicurezza nazionale degli Stati Uniti. I viaggiatori, per richiederla, devono possedere un passaporto valido che possa essere letto da macchinari elettrici e dichiarare che la permanenza negli USA sia inferiore ai 90 giorni. L’attivazione di questo servizio dura due anni e può essere condotta solo ed esclusivamente online.

I parchi americani da visitare almeno una volta

Tra i parchi da visitare in America, unici e stupendi nel loro genere, quelli da non perdere sono:

  • Grand Canyon: questo bellissimo parco si trova negli Stati Uniti, più precisamente nell’Arizona settentrionale. Una gola creata dall’attraversamento del fiume Colorado, è del tutto considerato una delle meraviglie del mondo. La bellezza delle sue antiche rocce stradificate di un colore che tende all’arancio, lascia senza fiato. Estremamente vasto, più precisamente una distesa di ben 400 mila km, è davvero difficile visitarlo completamente. Per poter godere di questo stupendo paesaggio, si consiglia di prenotare per dei tour organizzati con escursioni, giri in auto, giri in bicicletta, a piedi o sul dorso di un mulo. Molto importante è che si debba passare per il lago Powell e all’Hourseshoe Bend, vicino Page.
  • Yosemite: questo parco è caratterizzato da geyser e sorgenti colorate ed è quello più antico al mondo. Si estende per ben tre stati, lo Stato del Wyoming, l’Idaho e il Montana. Il nome deriva dal colore delle rocce che lo caratterizzano. Per visitarlo esistono cinque diverse regioni che permettono di raggiungerlo: dalla cascata Lower nel Canyon Country, dal lago Yellowstone, dal Roosevelt Country, dall’Old Faithfull e dal geyser più famoso al mondo che si trova nel Geyser Country. È un parco che non possono non visitare gli appassionati di vulcani.
  • Grest Smoky Montains: è un’occasione che si consiglia di non perdere. Questo parco è caratterizzato dalla vallata Cades Coves, da alcune capanne e antichi granai. Qui si potranno incontrare gli orsi neri. La sua apertura ufficiale risale al 1940 da parte del presidente Franklin D. Roosevelt. Uno dei più grandi ed estesi parchi degli Stati Uniti orientali, si estende lungo il confine tra Carolina del Nord e Tennessee. Risulta, inoltre, uno dei più visitati. Nel 2006 ha ospitato ben 9,3 milioni di turisti provenienti da tutto il mondo.
  • Olympic National Park: questo parco parte in spiaggia per giungere a una bellissima foresta. È consigliabile partire per un po’ di giorni con lo zaino in spalla e camminare per la costa, facendo attenzione, però, al capriccio delle maree. Si estende nello stato di Washington ed è caratterizzato da ben tre regioni: la costa del Pacifico, l’Olimpic e la foresta temperata. Se le ore a disposizione per visitare questo spettacolo della natura sono poche, è consigliabile raggiungere Hurricane Ridge da Port Angeles per godere una vista del tutto mozzafiato sulle Olympics Montains.
  • Rocky Mountain: questo parco è caratterizzato da percorsi battuti dagli indigeni del passato, la vista dei Canyon più spettacolari degli Stati Uniti, i sentieri immersi quasi completamente dall’acqua, fiancheggiare il Virgin insieme ai suoi affluenti e la vasta vegetazione. Si trova esattamente nello stato dello Utah ed è in grado di regalare bellissime emozioni. Si consiglia di partecipare ad itinerari come giri in bicicletta o a piedi, di fare delle escursioni sul sentiero Pa’rus, lungo il Narrows oppure al tempio di Sinawava.
  • Monte Rushmore: uno dei più visitati parchi di tutti gli Stati Uniti, più precisamente 3 milioni di visitatori durante l’anno (specialmente nei mesi di giugno, luglio e agosto). È così noto poiché ritrae, su un monte di pietra bianca, la scultura dei quattro presidenti americani: George Washington, Thomas Jefferson, Theodore Roosevelt e Abraham Lincoln. Si suggerisce di visitarlo poiché il tour comprende una passeggiata tra i massicci ed è molto suggestivo per chi desidera toccare con mano i simboli della storia costituzionale locale.
  • Joshua Tree National Park: questo bellissimo parco si trova nel sud-est della California. Deve il suo nome a una pianta molto presente nella zona, la Yucca Brevifolia che, in inglese, viene tradotto con Joshua Tree. La sua apertura ufficiale risale al 1994. Al suo interno si osservano paesaggi stupendi come i due deserti con altitudine e clima diversi: quello del Mojave e quello del Colorado. Molto importanti sono le famose rocce chiamate Inselberg e Monadnock.
  • Everglades National Park: questo parco si trova in Florida ed è un’area naturale protetta, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. In questo magnifico posto si potrà ammirare la vera natura della palude, alberi della gomma, limoni, aranci selvatici e una vasta varietà di fiori. Per quanto riguarda gli animali, si trovano i fenicotteri, i pellicani, le cicogne, il raro nibbio e la pantera della Florida. Nelle acque, invece, i coccodrilli americani, le lontre, i lamantini e gli alligatori del Mississippi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *