Ai microfoni di Rtl 102.5 è interveuto il sottosegretario alla Salute. Il tema è lo spostamento della finale di Euro 2020 da Londra a Roma come indicato e invocato dal Premier Mario Draghi.

Un grande cambiamento generato forse da una certa fiducia sull’aumento delle zone bianche ma non imprudenza visto che si è ribadito “non siamo ancora fuori alla pandemia” e le varianti sono sempre da valutare e tenere sotto controllo.

Tuttavia, il sottosegretario alla salute ha dichiarato che da agosto il pubblico potrà tornare a seguire la Serie A negli stadi che saranno aperti al 25%.

Euro 2020 in effetti è stata la prima grande prova dell’Italia con il ritorno del pubblico negli stadi, prima si è provato con la finale dell’Inter ma gli ospiti erano tutti collegati allo staff tecnico o ai giocatori, mentre fuori i tifosi festeggiavano e circolavano in una Milano quasi blindata per evitare assemblamenti pericolosi.

Apertura stadi da agosto e altre informazioni importanti

Iniziamo a vedere che cosa ha detto Andrea Costa riguardo allo spostamento della finale Euro 2020 a Roma, un evento che attirerebbe molte persone intorno allo stadio o nel centro di Roma.

“Spostamento della finale degli Europei a Roma? Io ricordo che il premier inglese alcune settimane fa proponeva di fare tutte la partite in Inghilterra perchè era la nazione con i numeri più bassi di contagio. Quindi, se vale questa dichiarazione credo che la proposta di Draghi sia una proposta di buon senso, e quindi perchè no?”

Infine, anche su Radio Punto Nuovo, Costa ha ufficializzato la ripartenza del campionato con il pubblico. “Se n’è parlato questa mattina con il ministro Speranza e posso dare la notizia: il 22 agosto la stagione partirà con il 25% di pubblico in presenza. Ci sarà nelle settimane successive una graduale progressione e incremento percentuale. Ci vogliono prudenza e senso di responsabilità, cose che ai cittadini italiani non sono mai mancate.”

Si supera il lockdown negli stadi con tre nuove squadre di Serie A

Seria A Tim, 2021-2022, è un’edizione dai numeri importanti. 120° stazione del calcio italiano di prima serie, 90° con torneo a gironi, con la riapertura degli stadi prima con pubblico negli spalti da quando è iniziata la pandemia. In realtà, di esperimenti e annunci durante gli anni scorsi ce ne sono stati ma non di grande successo. Bisogna aspettare veramente agosto per vedere che cosa succederà.

La Serie A di quest’anno vede l’ingresso di tre nuove squadre: Empoli, Salernitana e Venezia (saranno quotate e seguite in streaming da tantissimi bookmakers come mrxbet italia). Purtroppo econo Crotone, Benevento e Parma che risulteranno prime nella Serie B 2021 e 22. Il numero di squadre rimane 20, ecco la lista ufficiale considerando qualficiazione e retrocessione.

  • Atalanta, Bologna, Cagliari, Empoli: qualificazione per la fase a gironi di Champions League.
  • Fiorentina qualificazione fase a gironi Europa League. Genova, qualificazione spareggi Europa Conference League.
  • Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Roma, Salernitana, Sampdoria, Sassuolo, Spezia. Alcune già qualificate per Champions, Europa League e Conference League.
  • Torino, Udinese, Venezia in retrocessione serie B.

Novità anche nella Coppa Italia

C’è una nuova Coppa Italia, è stato già scritto il nuovo format con il suo regolamento ufficiale.

 

Parteciperanno 20 squadre di Serie A e Serie B, 4 società della serie C. Svolgimento con turn ad eliminazione diretta: preliminare, trentaduesimi,

sedicesimi, ottavi, quarti, semifinali, finale. Considerando che non tutte le squadre partiranno nello stesso momento.

 

Concludiamo con questa lista sul ranking sportivo delle 44 società che partecperanno alla competizione.

 

  • Società vincitrice della Coppa Italia
  • Società che hanno acquisito il diritto a disputare Champions, Europa League e Conference League, secondo ordine di classifica
  • Società all’ottavo posto
  • Società fino al 17° posto e le tre promosse in Serie A, secondo ordine di classifica
  • Società retrocesse dalla Serie A alla Serie B (secondo ordine di classifica) e la società che ha perso la finale playoff;
  • Società di Serie B fino al 16° posto
  • Società promosse in Serie B
  • Società vincitrice della finale playoff di Serie C
  • Società classificatesi seconde nei tre gironi di Serie C
  • Società vincitrice della Coppa Italia Serie C
  • Riassumiamo la nuova Serie A
  • Squadre che hanno cambiato Portiere.

I cambiamenti sono anche nel regolamento Uefa

Concludiamo infine con un grande cambiamento nelle competizioni Uefa, in tutti i tornei viene eliminato il doppio risultato sul goal di trasferta finora applicato nei casi di pareggi o altre situazioni. Dal 2021/22, in caso di parità tra andata e ritorno si giocheranno tempi supplementari di 15 minuti e se non bastano, si finirà la partita con i calci di rigore.

“La regola dei gol in trasferta è stata una parte intrinseca delle competizioni Uefa da quando è stata introdotta nel 1965. Tuttavia, la questione della sua abolizione è stata dibattuta in vari incontri Uefa degli ultimi anni. Sebbene non ci sia stata unanimità di opinioni, molti allenatori e tifosi hanno messo in dubbio la sua correttezza e hanno espresso la preferenza per l’abolizione della regola.” Ha spiegato Aleksander Ceferin, presidente Uefa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *