Nessun bisogno di tropici se sai dove andare in Puglia

La Puglia è una delle regioni che più di ogni altra fa del turismo la propria forza motrice. Questa situazione è possibile soprattutto grazie ai luoghi paradisiaci che è possibile visitare, ma anche grazie ai punti di interesse storico, artistico e culturale di cui è zeppo il territorio.

Scegliere le spiagge migliori della Puglia è impresa non semplice, soprattutto perché ognuno ha le sue preferenze che interferiscono sull’obiettività.

In questo articolo indicheremo comunque alcuni dei luoghi che potremmo definire imperdibili per chiunque ha deciso di trascorrere le proprie vacanze in Puglia.

Le spiagge più belle della Puglia

Partiamo dal Gargano, un promontorio dall’immenso fascino, con una costa bellissima che offre l’accesso a numerose spiagge. Partiamo dal presupposto che per godere appieno del paesaggio del Gargano sarà doveroso fare almeno un’escursione in barca. Detto questo, possiamo dire che la spiaggia di Vignanotica si pone al primo posto tra le spiagge più belle del Gargano. Una baia suggestiva, con il promontorio che si tuffa a strapiombo nell’acqua blu cobalto. Un vero spettacolo.

Nella provincia di Taranto troviamo una spiaggia che è una delle mete più gettonate in assoluto nella stagione turistica: Campomarino di Maruggio. Un fondale basso con l’acqua color cristallo che ci farà sentire in un’immensa piscina. La spiaggia è sabbiosa, con delle porzioni di macchia mediterranea che offrono un po’ di riparo dal sole cocente.

Sul versante adriatico abbiamo una delle spiagge più fotografate e forse la più rinomata di tutto il Salento: Torre dell’Orso. Si tratta di una baia con un tratto di sabbia non eccessivamente lungo. A fare da sfondo ad un mare caraibico ci sono le due sorelle. Questi due enormi faraglioni di falesia quasi speculari hanno dato vita ad una leggenda dal sapore triste e, per certi versi drammatico. Si parla infatti di due sorelle che, non riuscendo a risalire il promontorio sono annegate nel mare. Gli dei, per celebrare la loro memoria decidono di creare questi due enormi massi di roccia.

Torre Sant’Andrea è poco più a Sud di torre dell’Orso. L’acqua azzurro chiaro è disseminata di scogli e faraglioni che rendono il paesaggio davvero suggestivo. Un enorme arco nella roccia sembra la cornice di un quadro naturale per inquadrare il mare, il cielo e la meravigliosa costa.

A Nardò troviamo la baia di Porto Selvaggio. Bisognerà percorrere un sentiero accidentato attraverso la pineta per raggiungere questo angolo di paradiso. Si aprirà davanti ai nostri occhi uno scenario da favola, una piccola spiaggia protetta dalla scogliera su cui cresce la pineta. Una piscina di acqua fredda proveniente dalle sorgenti sottostanti ci permetterà di fare un bel bagno tonificante. E non dimentichiamo la maschera per osservare i numerosi pesci colorati che animano il fondale.

Concludiamo con le Maldive del Salento, Marina di Pescoluse. Il fondale basso e la consistenza particolarmente fine della sabbia contribuiscono a creare le caratteristiche dune di sabbia che si insinuano nel mare dandoci l’idea di trovarci su una vera e propria spiaggia caraibica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *